Problemi di Comunicazione e Balbuzie

Una delle scoperte più importanti di Tomatis riguarda il ruolo dell’orecchio dominante nell’ascolto e, di conseguenza, nella comunicazione.
E’ infatti l’orecchio destro, direttamente connesso all’emisfero cerebrale sinistro (che sovrintende il linguaggio), ad assumere il controllo del circuito audio-fonatorio e quindi a regolare l’intensità, il ritmo e lo scorrere dell’emissione vocale.
Se il soggetto rivela un’indecisione nell’uso dell’orecchio direttore, si crea un’alternanza fra il circuito destro e quello sinistro con il conseguente disturbo dei parametri che regolano la voce e la parola. Si producono così risposte emozionali incontrollate, con una perdita significativa del livello qualitativo della comunicazione, causando difficoltà di carattere articolatorio e respiratorio come ad esempio la balbuzie.

Attraverso il training audio-psico-fonologico si stabilizza e si rinforza la lateralizzazione a destra, facilitando la percezione fine dei suoni e quindi la loro conseguente realizzazione fonatoria, permettendo così alla persona di analizzare e controllare meglio il linguaggio. Dopo l’abituale serie di sessioni di ascolto passivo, necessarie a restituire una buona tonicità alla micromuscolatura dell’orecchio medio, si passa alla fase attiva, dove la propria voce, captata da un microfono, viene filtrata dall’Orecchio Elettronico e poi restituita in cuffia in tempo reale al soggetto. In questo modo, nelle condizioni di ascolto ideale, mediante una serie di esercizi posturali, di ripetizione ad alta voce di parole e frasi, viene progressivamente integrata la capacità di usufruire al meglio del circuito audio-vocale, correggendo gli eventuali difetti di emissione e restituendo alla persona la gioia di comunicare e il desiderio di andare verso l’altro.